Fondazione Emanuela Zancan Onlus

Accedi per acquisti e download

Il Programma delle attività territoriali tra offerta, consumi, equità distributiva

Versione

Quantità

Numero di pagine: 155
Editore: Fondazione Zancan
Collana: Documentazioni sui servizi sociali
Anno di pubblicazione: 2005
Codice ISBN: 978-88-88843-14-0
Autore: Fosco Foglietta (a cura di)

Come superare la tradizionale impostazione che vede la programmazione concentrata sul rapporto tra offerta e spesa? Come partire dalla conoscenza dei bisogni della persona e della comunità? Non è facile soddisfare queste due esigenze e nel contempo evitare che la programmazione diventi un rituale amministrativo, invece che un momento di scelte strategiche per meglio conseguire obiettivi di salute. Si tratta di problemi che riguardano sempre più spesso anche la programmazione locale.
Ormai da anni le esperienze dei Piani di zona hanno evidenziato quante difficoltà incontra chi vuole qualificare i servizi alle persone e alle famiglie. Grazie alla riforma Bindi, gli stessi problemi vengono affrontati per meglio qualificare e umanizzare i servizi sanitari nel territorio. A questa sfida sono chiamati i Pat, i Programmi delle attività territoriali. Una sfida che si gioca soprattutto sul passaggio dalla prevalente attenzione all'offerta e alla spesa a una più matura capacità di leggere e comprendere i bisogni e le priorità cui dare risposta. Chi intende fare questo è chiamato ad affrontare altri problemi di estrema rilevanza: quello delle disuguaglianze nell'accesso ai servizi e quello dell'equità distributiva, che penalizzano gravemente le persone più deboli e le loro famiglie.


PARTE PRIMA: QUESTIONI GENERALI.
Metodologie e contenuti della programmazione delle attività territoriali (Fosco Foglietta). Un sistema informativo a servizio della programmazione: l'esperienza dell'azienda Usl 11 di Empoli (Marta Bernardeschi). Programmare e valutare: considerare i bisogni e rispettare l'equità (Filippo Ciucci).

PARTE SECONDA: ESPERIENZE.
Banca dati assistito: un nuovo sistema di monitoraggio delle persone con patologie croniche (Carmelo Scarcella). Indicazioni per l'analisi dell'equità distributiva delle risorse (Stefano Carlini). Bisogni di salute e pianificazione. Il caso del Piano delle azioni dell'azienda Usl Città di Bologna (Luca Barbieri, Giorgio Gosetti, Eno Quargnolo, Andrea Rossi, Gianbattista Spagnoli).

Allegato: La praticabilità di una programmazione fondata sull'equità distributiva.