Fondazione Emanuela Zancan Onlus

Accedi per acquisti e download

La povertà in Sardegna: caratteristiche epidemiologiche e territoriali. Progetto di ricerca “La povertà in Sardegna: dimensioni, caratteri e risposte” Rapporto 1

Prezzo (IVA inclusa): €0,00

Quantità

Editore: Csv Sardegna Solidale
Anno di pubblicazione: 2011
Autore: Fondazione E. Zancan, Csv Sardegna Solidale
Numero di pagine: 77

 

La disponibilità di conoscenza a livello locale del fenomeno della povertà è condizione per affrontare il problema, per individuare le cause e lo sviluppo delle «carriere di povertà», la durata e la natura, semplice o multidimensionale, visto che spesso coesistono altre sofferenze che aggravano la condizione di povertà.
Negli ultimi anni questa necessità è sempre più sentita e spinge centri di ricerca e istituzioni a trovare soluzioni, dalle quali peraltro emerge una significativa variabilità dell’incidenza della povertà, anche all’interno di aree complessivamente ricche. Le soluzioni fino ad ora praticate sono riconducibili essenzialmente a due approcci. Il primo prevede la realizzazione di specifiche indagini locali ad hoc o il sovra campionamento dell’indagine nazionale sulla povertà. Il secondo approccio prevede l’utilizzo di dati già disponibili, ma non specifichi rispetto alla povertà, in grado tuttavia di fornire una stima indiretta del fenomeno. Ogni soluzione presenta limiti e potenzialità nella rilevazione del fenomeno, e la loro scelta dipende essenzialmente dalla disponibilità di risorse economiche, dai tempi conoscitivi, dall’uso dei risultati. Nel caso della ricerca qui presentata, è stato adottato un approccio del secondo tipo.
Contenuti
Premesse e strumenti della ricerca (Premessa; Il concetto di povertà; La povertà in Italia e in Sardegna; Gli strumenti di analisi)
Povertà e reddito (Il reddito medio; La deprivazione della popolazione non anziana; La deprivazione della popolazione anziana)
Povertà e salute (La disabilità in età adulta; La non autosufficienza; L’aspettativa di vita alla nascita; L’abortività volontaria)
Povertà e lavoro (La disoccupazione; La dinamica del lavoro e delle imprese)
Povertà e famiglia, educazione, casa (Le relazioni familiari; L’educazione; La casa)
Conclusioni (Profili territoriali; Prospettive)