Fondazione Emanuela Zancan Onlus

Accedi per acquisti e download

Le frontiere del sociale - II rapporto

Versione

Quantità

Editore: Fondazione Zancan
Collana: Scienze sociali e Servizi sociali
Anno di pubblicazione: 1997
Codice ISBN: 978-88-85660-54-1
Autore: G. Sarpellon, T. Vecchiato, a cura di
Numero di pagine: 203

La strategia della Fondazione «E. Zancan» è sempre stata quella di lavorare sulle «gemme terminali» e sulle radici del cambiamento sociale.
La pianta cresce e cambia in tutte le sue parti: nel fusto, nei rami, nelle foglie, nei frutti. Ma i due punti strategici e cruciali sono le gemme terminali e le radici. Sono strategici perché le gemme terminali esprimono in forma più forte, più visibile, più creativa lo sviluppo della pianta e le radici forniscono l'alimento per la crescita.
Sono cruciali perché le gemme terminali sono delicate e fragili e sono esposte alle gelate e alla grandine, le radici sono esposte alla corrosione dei roditori e alla siccità.
Questo vale anche per i nodi fondamentali del cambiamento sociale. Uno di questi è certamente lo Stato sociale, oggetto di questo secondo rapporto sul tema: «Le frontiere del sociale».
In questi anni, dopo il primo rapporto del 1993, la Fondazione Zancan ha continuato su questo tema le sue varie attività di ricerca, di sperimentazione, di formazione, di diffusione culturale.
In questo secondo rapporto presenta le primizie, i prodotti culturali originali che ritiene più significativi, con lo scopo di dare un contributo che spera utile alla ricerca e al dibattito in un momento in cui il problema dello Stato sociale è al centro dell'interesse culturale, economico e politico, sia per i riflessi che ha sulla vita interna del nostro Paese, sia per i nostri rapporti con l'Unione Europea.
E' certamente una «gemma terminale» e un punto strategico e cruciale del cambiamento sociale, su cui la Fondazione intende continuare il suo lavoro di ricerca, particolarmente attraverso il Centro di analisi e di documentazione delle politiche sociali per la tutela dei soggetti deboli, che ha costituito nel 1995 e la rivista «Politiche sociali», cui ha dato vita nel 1996, mentre continuerà a lavorare sulle radici attraverso la formazione e la sperimentazione.

Presentazione
Parte I - Verso un nuovo stato sociale
Per riqualificare lo stato sociale: condizioni e scelte necessarie (Tiziano Vecchiato). Partiti e movimenti nel nuovo quadro politico (Giovanni Sarpellon). Una società ad alta soggettività (Sergio Dugone). La strategia riformistica negli anni '70: una storia piena di contraddizioni (Franco Vernò).
Parte II - La tutela dei soggetti deboli
Condizioni e strumenti di tutela dei cittadini più deboli (Giorgio Battistacci). Una tutela per le famiglie e i minori più deboli (Alfredo Carlo Moro). Ragioni politiche per ridisegnare l'assetto delle responsabilità socio-sanitarie (Antonio Prezioso). L'esigibilità dei servizi nella L. n. 104/92 sui diritti delle persone handicappate (Salvatore Nocera). Un percorso di analisi sulla legislazione regionale sui «soggetti deboli» (Stefano Piazza).
Parte III - Proposta e documenti
Legge quadro sul sistema dei servizi alle persone Proposta di legge. La relazione annuale al Parlamento sullo stato di attuazione della legge n. 104/92 nel 1995 (Salvatore Nocera). Il servizio civile nazionale (Emanuele Rossi). Istituzione del servizio civile nazionale Proposta di legge.